quanti gradi ha la pina colada??

mi avete scritto che l angelo azzurro ha 25 gradi…ma nn è vero…

4 Answers

 

  1. ma come mai 6 interessato ai gradi?

     
     

    di sicuro nn è un cocktail super alcolico

    ha però la sua dose tanto da farti risultare positivo al test!

  2. pina colacolada c’e’ l’ho qui a casa ha esattamente:

    17 volumi!!!!!!!!!!!

  3. 17…..sicuro sicuro!

     
     
  4. La pina colada varia dagli 11 ai 17 (dipende tutto dalla quantità di rum bianco)..

    Cmq L’angelo azzurro (secondo me) ha molto + di 25…oscillerà sui 35 poichè e’ composto da parti alcoliche tutte sui 40 gradi…forse il curacao “stempera” un pò…

    Ciaooooo

La Piña colada è un cocktail che si prepara con rum bianco, latte di cocco e succo di ananas, molto dolce e dissetante. La ricetta di questo long drink nasce a Porto Rico ma esistono molte versione sulla sua nascita. Quel che si sa è che la prima volta che il cocktail fu menzionato come “pina colada” fu nell’aprile del 1950 in un articolo del New York Times che, però, lo segnalò come cubano.

Come si prepara la pina colada IBA

Per preparare la piña colada, versate nello shaker il ghiaccio a cubi, latte di cocco, succo di ananas e rum bianco e mescolate dolcemente per 30 secondi per rendere il cocktail spumoso. Versate in un bicchiere grande e guarnite con una fetta di ananas.

Consigli

La pina colada è un cocktail di 17° ma può essere preparata anche in versione analcolica per un aperitivo e si chiama

Virgin Colada: basta usare solo il latte di cocco e il succo di ananas e aggiungere una stecca di vaniglia per dare più sapore al cocktail. Se avete un estrattore, utilizzatelo per creare un succo di ananas più gustoso. Frullatelo con la parte alcolica per avere una piña colada più cremosa. In alternativa, potrete comprarlo al supermercato ma solo se biologico e 100% ananas.

Per ispessire il cocktail, zuccherate il latte di cocco in modo da creare la crema di cocco. Varianti La banana colada è la variante più apprezzata perché conserva lo stesso grado di dolcezza. Si utilizza il latte di cocco, il rum bianco il succo di ananas e una banana tritata. Va servita fredda in bicchieri da cocktail con una spolverata di farina di cocco in superficie.

Origine L’origine della Pina Colada è datata ufficialmente nel 1963. Don Ramos Portas Mingot, a San Juan, voleva creare un cocktail fruttato e fece la Pina Colada che, letteralmente, significa “ananas pressato”. Il resto è storia e, oggi, è un long drink diffusissimo in tutto il mondo.

Leave a Comment